FEDERICO MARCHIORO

Testi

Il Lungo addio

Quanta pioggia quanto silenzio per la fine di questo amore
lo sai benissimo da tanti anni che mi sono innamorato di te.

Ma tu hai deciso che devo andarmene dalla tua vita
di piantarmi in asso, completamente ubriaco, a marcire o a cavarmela da solo
di lasciare al freddo un giovane cuore inesperto
in un triste teatro vuoto ai bordi della statale nel cuore di questa notte.

Eri la mia vita, cuore del mio cuore, capelli biondi in quei giorni d’estate
e quella promessa ti ricordi ? noi due saremmo stati sempre insieme.

Mamma vieni a prendermi come facevi quando ero bambino
giorno dopo giorno nei tuoi occhi ti osservo invecchiare dolcemente
e il mio cuore diventa triste quando penso a tutto quello che hai dovuto soffrire
in questi ultimi anni.

Dio solo lo sa quanto mi ci vorrebbe un bel treno
un bel treno per andarmene via lontano da tutto e da tutti
e ritrovarmi dall’altra parte del mondo ad ascoltare una dolce canzone
in compagnia di mio padre e degli amici di un tempo
lungo il tragitto che ci sta portando alle verdi montagne.

Quanta pioggia quanto silenzio per la fine di questo amore
come sei dolce o pioggia, nel silenzio, per la mia giovinezza che muore.

Dio solo lo sa quanto mi ci vorrebbe un bel treno
un bel treno per andarmene via lontano da tutto e da tutti
e ritrovarmi dall’altra parte del mondo a cantare una dolce canzone
in compagnia di mio padre e degli amici di un tempo
lungo il tragitto che ci sta portando alle verdi montagne.

Dio solo lo sa quanto mi ci vorrebbe un bel treno
un bel treno per andarmene via lontano da tutto e da tutti
e ritrovarmi dall’altra parte del mondo a cantare una dolce canzone
in compagnia di mio padre e degli amici di un tempo
lungo il tragitto che ci sta portando alle verdi montagne.

 

torna a Testi